Tag: femminismo

Da sostenitrice del “sex work” a sopravvissuta leader: storia di un percorso

Pubblichiamo l’intervista fatta dalla direttrice di CATW Taina-Bien Aime alla sopravvissuta e attivista sudafricana Nomode Mihlali Meji. Ringraziamo Taina per averci autorizzato a tradurre le parole di una donna che ha vissuto la violenza del razzismo e della prostituzione e che adesso lotta a fianco delle sue sorelle sopravvissute per mettere fine allo sfruttamento sessuale delle donne e delle bambine sudafricane.

Vednita Carter, sopravvissuta e attivista (Minnesota, USA): La prostituzione è una questione razziale

La prostituzione è una questione razziale. L’era della schiavitù per le donne Afro-Americane è iniziata con la tratta. Anche dopo che le schiave sono tornate alla libertà le donne e le ragazze di colore continuano ancora ad essere comprate e vendute. Oggi ci sono troppe aree urbane povere dove gli uomini della classe media vanno con il solo scopo di trovare una donna o ragazza di colore da comprare o usare. Assolutamente non puoi tenere fuori la questione razziale da tutto questo.

Rachel Moran: viaggio attraverso la prostituzione

Per Contro Essenze, 17 novembre 2016: le “Connettive” leggono il primo capitolo del libro di Rachel Moran, “Paid For. My Journey Through Prostitution”, di prossima pubblicazione in Italia. In questo capitolo l’autrice parla della...

INCONTRIAMOCI PER UN’AGENDA CONDIVISA

Noi che scriviamo abbiamo storie e percorsi diversi, alcune condividono una pratica, con altre ci siamo conosciute in rete.

Abbiamo deciso di fare un passo ulteriore nella conoscenza con l’obiettivo di trovare le forme e gli strumenti per affrontare, anche pubblicamente, questioni che ci stanno particolarmente a cuore e che riguardano il nostro essere donne in questo tempo.
Questioni come la GPA, che hanno segnato il confronto tra femministe, con ricadute pesanti sulle relazioni. Pensiamo anche alle donne che vengono quotidianamente massacrate e uccise; pensiamo al controllo e agli ostacoli che le donne devono affrontare sia che decidano di fare figli o di non farli. Per non parlare dell’uso e abuso del corpo sessuato delle donne.