In Evidenza

Lettera aperta delle sopravvissute

Chiediamo: che rinunciate a definire l’abuso della prostituzione con il termine “sex work”. Che smettiate di separare le prostituite dalle vittime di tratta nella vostra coscienza, e che le vostre azioni e posizioni politiche riflettano di conseguenza questo cambiamento di pensiero.

Survivor Stories: Alma, Filippine

Alma, Filippine. Traduzione di Maria Grazia Mauti. Tratto da http://www.equalitynow.org/survivorstories.  Cammino per le strade di Olongapo City dove posano donne vestite in modo succinto davanti ai club di intrattenimento e invitano i passanti ad entrare per...

Survivor Stories: Conci, Uganda

Concy, Uganda. Traduzione di Maria Grazia Mauti. Tratto da http://www.equalitynow.org/survivorstories. Quando le persone pensano alla tratta spesso pensano allo sfruttamento economico del sesso, in cui i trafficanti e i pimps guadagnano denaro dallo sfruttamento degli...

Il sistema prostituente a partire da sé (1)

Perché un gruppo non separatista (con persone di diversi orientamenti sessuali) che si trova a vivere in epoca di capitalismo globalizzato e sperimenta nel quotidiano precariato e disoccupazione decide di occuparsi con una pratica...

La prostituzione di donne, una scuola di disuguaglianza umana

Pubblichiamo questo articolo di Ana de Miguel Álvarez, professoressa ordinaria di Storia e Istituzioni Economiche e Filosofia Morale, Università Rey Juan Carlos, nella traduzione di Ilaria Maccaroni. Note a fine pagina. RIASSUNTO L’obiettivo di questo articolo...

Un Mondo per Ragazze

Traduzione del video della Campagna GEMS “Un Mondo per Ragazze” “Un Mondo per Ragazze” mostra allo spettatore come i bambini spiegano il tipo di mondo che vorrebbero per le ragazze e le giovani donne,...