Fiona Bradfoot sopravvissuta e attivista inglese: “Le conseguenze della prostituzione durano tutta la vita”

screen-shot-2016-11-22-at-02-40-01

Fiona Bradfoot, sopravvissuta e attivista di SPACE international, Leeds, Gran Bretagna

Pubblichiamo l’ intervento di Fiona Bradfoot sopravvissuta alla prostituzione e attivista di SPACE international a sostegno della Sexual Offences Bill di recente proposta in Irlanda e che porterà all’introduzione del modello nordico in un altro paese europeo dopo la recente approvazione in Francia.

La città di Leeds dove sono stata comprata e venduta da bambina come molte altre, ha adesso una zona sicura dove gli uomini possono comprare le donne e ragazze. Durante l’anno del progetto pilota una giovane donna polacca poco più che ventenne è stata picchiata ed uccisa. Il municipio di Leeds ha promosso il progetto pilota come un successo e approvata la zona di tolleranza.

Molte donne sono talmente distrutte dalle esperienze subite che possono essere definite morte viventi. Molte di loro vivono con problemi di salute cronici: mentali, emotivi e fisici. Si curano da sole per tenere sotto controllo gli effetti dell’abuso che hanno subito e subiscono.

Gli uomini che comprano e vendono le donne sono naturalmente invisibili. La loro vita di tutti i giorni non ne è colpita minimamente. Le loro compagne, mogli, figlie, colleghe non hanno la minima idea di quello che fanno. Non sono perseguibili per le loro azioni e la società li protegge. Violentano e abusano le donne senza pagare nessun tipo di conseguenza.

Il trauma e l’abuso che ho vissuto non è scomparso dopo che sono uscita da questo mondo violento e abusivo. Le conseguenze della prostituzione durano tutta la vita e le donne e ragazze che ho incontrato hanno saltato il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Le relazioni intime sono difficili. I ricordi intrusivi si presentano al supermercato, al cinema, nei momenti romantici e nei luoghi e tempi più disparati.

Sono passati 4 anni da quando sono venuta la prima volta in Irlanda per sostenere la campagna per l’approvazione della Sexual Offences Bill. In questi quattro anni migliaia di donne e bambine/i vulnerabili sono state abusate nella prostituzione in Irlanda. Si è raggiunto un punto di non ritorno. Non possiamo permetterci di aspettare ancora.

Potrebbe interessarti...